Vagheggi | Design retail - Weagroup

La magia del brand Vagheggi raccontata nel design

Un retail design per modellare una storia di bellezza

negozio phytospace verona

Phytospace:
una casa per l’anima naturale della cosmetica

Vagheggi, brand italiano specializzato nella fitocosmetica professionale, premia la lunga collaborazione con Weagroup affidando alla nostra agenzia la progettazione di Vagheggi Phytospace, il suo primo flagship store a Verona. Un progetto articolato in un illustre contesto storico nel centro città, per cui il nostro reparto design & architettura ha interpretato in forme, spazi e materiali non solo le soluzioni di interior ma le logiche e lo spirito stesso del brand.

palazzo esterno del negozio Phytospace di Verona

Vagheggi:
la formula della fitocosmetica professionale

Tratto caratteristico di Vagheggi è l’offerta di prodotti fitocosmetici specifici, adatti sia per i trattamenti professionali in cabina che per continuare a casa una beauty routine ad alto valore aggiunto. Un posizionamento chiaramente supportato anche dal forte impegno in ricerca e sviluppo, con un’attenzione particolare all’italianità delle materie prime e al controllo di tutta la filiera.

Ingredienti:
gli elementi naturali, la sapienza umana

A questa esigenza – evocare nell’esperienza in store quest’anima professionale e phyto dell’offerta di brand – abbiamo risposto raccontando con il nostro progetto un lungo percorso di memoria e valore. Protagonista dello store è il dialogo fra i materiali e l’abilità umana che li lavora. Dalla terra – modellata in grandi vasi in terracotta che supportano i banchi e in lampade soprastanti, agli elementi espositivi d’arredo in legno.

La bellezza dai materiali preziosi della terra

I vasi che abbiamo disegnato appositamente per Vagheggi sono stati realizzati da mastri ceramisti di Nove, nel rispetto del legame del brand al territorio e alla storica eccellenza artigianale locale.
Grandi vasi, quasi monumentali, che raccolgono la storia, comune a tutti i popoli, del lavoro che trasforma le materie prime, dal fuoco alla pietra ai metalli, per arrivare alle suggestioni dell’alchimia.
E ancora, dalle anfore greche e romane per il vino ai secolari commerci delle spezie, fino al banco medievale dello speziale, il vaso dialoga direttamente con la fitocosmetica e i suoi prodotti naturali, testimoniando l’ancestrale bisogno di raccogliere e conservare ciò che è utile e prezioso.

La presenza massiccia e radicante, quasi scultorea, dei vasi si stempera nella leggerezza degli altri elementi caratterizzanti dell’interior: i corpi luce e gli arredi in legno. Le lampade sul banco centrale, disegnate specificamente per lo store, si modellano in forme morbide, femminili, ed evocano un design organico che ben si adatta alla componente naturale del brand. I moduli espositivi in legno, anch’essi legati al territorio, in olmo, noce canaletto, rovere autoctoni, sono progettati in strutture indipendenti a telaio aperto. Sospesi e liberi nello spazio, con i ripiani a giorno, soddisfano la funzione espositiva e suggeriscono le zone in cui si articola lo store, senza frammentarlo. Diventando così moderni paraventi, nuvole lignee che evocano le maglie di un tessuto, con l’eterno gioco del vedo-non-vedo che è il gioco preferito dalla Bellezza.

Ti interessa
quello che hai visto?

Altri progetti di Design e architettura

SCOPRI I NOSTRI SERVIZI