Verdevivo | Voice content per meeting aziendale - Weagroup

Verdevivo | Voice content per meeting aziendale

Trovare una modalità di comunicazione per un lancio di brand che lasci il segno.
È con questo obiettivo che Kollant ci incarica di sviluppare un nuovo format multimediale. L’occasione è la presentazione del suo brand Verdevivo, una linea di prodotti fitoterapici naturali per l’home gardening, al meeting con la forza vendita. E per questo evento Kollant vuole un’esperienza inaspettata, fuori dal comune. Insomma, il famoso “effetto wow”. La sfida capita nel momento giusto, mentre media come il podcast si stanno affermando anche nel marketing, e i contenuti ascoltabili entrano nell’orizzonte d’attesa, cioè quel che il pubblico si aspetta ed è disposto ad accogliere. È così che nascono “Il giardino del vicino” e “Questione d’amore”, i due progetti audio con cui Kollant ha aperto le due giornate di meeting con la sua forza vendita.

Voci fuori campo per un brand fuori dal coro

Quando il destinatario di un’iniziativa è la forza vendita, la comunicazione si fa ancora più cruciale e complessa, perché deve convincere il suo primo, vero target: se non conquista prima di tutto l’agente, un prodotto sarà sempre svantaggiato.
E Kollant, per Verdevivo, ha bisogno di un inizio d’impatto, perché con questa linea si prepara ad affidare un’innovativa gamma di prodotti naturali a una rete commerciale storicamente abituata a portare al mercato prodotti tradizionali, in cui Kollant, e la multinazionale Adama di cui fa parte, è leader di mercato. E se lo scopo è far alzare le orecchie al pubblico, la risposta naturale è proprio un contenuto audio.

Voci intime per un cambiamento dall’interno

Nei due content sviluppati, la scelta della voce umana arriva all’estremo, facendone il protagonista assoluto del messaggio di brand, grazie anche alla cornice di regia dell’evento.
Ciascuna delle due giornate del meeting si apre con il buio in sala, e poi una voce che si materializza nel buio. Senza supporto visivo, giusto il suo tappeto sonoro. Un’esperienza inattesa per il pubblico, che può quindi permettersi di essere più intima e personale per far esprimere al brand i tratti umani dei suoi valori emotivi e motivazioni.

Nel primo caso, “Il giardino del vicino”, la voce fuori campo esprime il potenziale di brand dando voce ai pensieri e ai desideri del consumatore, proponendo un personaggio ideale in cui anche l’agente, e non solo il pubblico, possono identificarsi. Nel secondo caso, il brand entra più nel vivo delle argomentazioni, rivolgendosi direttamente al proprio pubblico con un portato esplicitamente motivazionale e un’impronta istituzionale e valoriale.

Ti interessa
quello che hai visto?

Altri progetti di Video e multimedia

SCOPRI I NOSTRI SERVIZI